Leggere il contatore del gas

contatori1

PERCHE’ FARE L’AUTOLETTURA

L’autolettura del contatore del gas permette al cliente di comunicare i propri consumi registrati dal contatore, consentendo così di ricevere una bolletta con i consumi reali. Può evitare maxi bollette che si possono avere quando l’operatore fa una stima dei consumi e poi effettua un conguaglio finale. L’autolettura è molto utile anche per tenere sottocontrollo i propri consumi e quindi la spesa, cercando di capire se viene gestito bene l’uso del metano e se ci sono sprechi.

COME E’ FATTO IL CONTATORE DEL GAS

La finestra del contatore è divisa in due parti: una, con sfondo nero, riporta il consumo in metri cubi progressivo; la seconda, con sfondo rosso, riporta i decimali di metro cubo. Le cifre utili per l’autolettura sono quelle prima della virgola, con sfondo nero. Le altre si possono ignorare.

Al di sopra c’è il numero di matricola del contatore che lo identifica in modo univoco. Sul quadrante ci sono anche delle sigle stampate con le caratteristiche tecniche del contatore: come la portata massima (Qmax), portata minima (Qmin), pressione massima (Pmax) e volume (V).

QUAL’E’ LA DIFFERENZA TRA LETTURA E AUTOLETTURA DEL CONTATORE?

Si parla di lettura del contatore del gas quando la rilevazione di consumi è stata effettuata dall’impresa che gestisce la rete locale di distribuzione o da un suo partner delegato allo scopo. Si parla di autolettura del contatore del gas quando la rilevazione dei consumi viene effettuata dal cliente finale e comunicata poi successivamente al venditore entro la data comunicata in bolletta dallo stesso. Quindi se in bolletta è riportata la dicitura “lettura“, vuol dire che i consumi riportati sono quelli rilevati dall’operatore. Se i consumi ci sembrano alti, si può fare personalmente la lettura per fare un confronto; nel caso siano in linea, ma la spesa ci sembra alta, capire se c’è qualche problema tecnico di dispersione del calore.

COME FARE L’AUTOLETTURA

Andate al vostro contatore muniti di carta e penna o di cellulare per scattare una foto e segnate i numeri prima della virgola, che indicheranno il vostro consumo in metri cubi. Va poi presa nota del numero cliente che si trova in alto a destra, nella prima pagina della bolletta.

QUANDO FARE L’AUTOLETTURA

L’autolettura va comunicata in un periodo preciso, indicato nella prima pagina della bolletta. Sul retro della bolletta, nella sezione “Comunicazioni relative alla sue fornitura”, si trovano solitamente tutte le modalità per trasmetterla.