Impianti geotermici

L’energia geotermica è una forma di energia che deriva dal calore presente negli strati in profondità della crosta terrestre e può essere considerata una forma di energia alternativa e rinnovabile e vantaggiosa dal punto di vista economico.

COME E’ FATTO UN IMPIANTO GEOTERMICO?

Penetrando in profondità nella superficie terrestre, la temperatura diventa gradualmente più elevata, aumentando mediamente di circa 30°C per ogni km. Gli impianti geotermici a bassa temperatura (o a bassa entalpia) sfruttano la temperatura della terra negli strati più superficiali (fino ad una profondità di 100 metri) che resta costante tutto l’anno. In Italia la temperatura varia tra i 12° e i 17°C; questa caratteristica consente di estrarre calore dal terreno in inverno in modo semplice ed efficiente e di utilizzarlo come sorgente fredda in estate.

COSA VUOL DIRE AVERE UN IMPIANTO GEOTERMICO?

Scegliere un impianto geotermico significa assicurarsi un ambiente domestico confortevole, piacevolmente caldo d’inverno e fresco d’estate. Mentre nel Nord Europa e negli Stati Uniti questa tipologia di impianti sono molto diffusi, in Italia sono ancora poco conosciuti, ma a onor del vero, negli ultimi anni c’è stata un’accelerazione grazie all’introduzione di incentivi mirati, come la “Detrazione 55% per impianti di riscaldamento” che ha favorito la realizzazione di numerosi nuovi impianti geotermici con pompa di calore.

PERCHE’ CONVIENE AVERE UN IMPIANTO GEOTERMICO?

Il grande valore di questa tipologia di impianti risiede nella possibilità di produrre, oltre che acqua calda per il riscaldamento invernale e per gli usi sanitari, anche acqua fredda per raffrescare durante l’estate, rendendo gli impianti geotermici l’alternativa agli impianti di tipo tradizionale.

E’ conveniente perché con un impianto geotermico si arriva a risparmiare fino al 70% se confrontato con un impianto tradizionale come quello elettrico o a gasolio; e non ci sono costi di manutenzione nel tempo. E’ una energia pulita che non inquina perché non emette CO2, anidride carbonica. Rispetta l’ambiente e non prevede strutture invasive.